Stampa
Categoria: I misteri della Sacra
Visite: 1700

Se siete interessati alla Sacra questa l'avete già sentita certamente anche voi: secondo alcuni le scene del film "il Nome della Rosa" sono state girate alla Sacra. Ebbene no, ci spiace infrangere questa leggenda, ma non è affatto vero. Per sapere dove è stato girato realmente vedi al capitolo di curiosità specifiche.

Per "leggende metropolitane" sulla Sacra intendiamo quelle ferme convinzioni che sentiamo esprimere dai visitatori e che non c'è modo di confutare. Ne elenchiamo una breve serie tra le più frequenti.

Per esempio: l'ultima volta che sono venuto alla Sacra ... era diversa! La leggenda si declina in un rivolo di varianti: la punta della montagna era visibile in centro alla chiesa, la chiesa non era così grande, la scala era più stretta, più buia, più lunga, ecc. ecc. Posto che molta parte dei ricordi è influenzata dalle sensazioni e che queste sono assai variabili in relazione alle condizioni di visita (periodo dell'anno, luce, presenza di persone, ecc.) la vetta della montagna è sempre stata sotto il pilastro sinistro, della prima campata entrando, e la chiesa ha assunto le dimensioni attuali almeno dalla metà del sec. XIII. Lo Scalone dei Morti è stato ampiamente restaurato nel 1830, sostituendo gradini e ponendo parapetti, ma da allora nessuno ha più posto mano.

Ciò che è realmente variato a partire dal 2000 è il percorso di visita e la zona delle cosiddette "Rovine del Monastero Nuovo" che è stata ampiamente restaurata, ripulita, trasformata in un piacevole giardino, mentre in precedenza faceva parte di una parte privata accessibile solo dalla comunità religiosa residente.